• Shortcuts : 'n' next unread feed - 'p' previous unread feed • Styles : 1 2

» Publishers, Monetize your RSS feeds with FeedShow:  More infos  (Show/Hide Ads)


Date: Sunday, 20 Apr 2014 08:22

Della serie Strano ma vero, il palazzo con il buco ad Osaka, in Giappone.

Passando dentro il buco.

Di edifici strani, belli ed anche decisamente brutti, qui a Travelblog ne abbiamo visti tanti, ma forse uno così strano, come questo costruito in quel di Osaka, in Giappone, ancora non ci era capitato di vederlo.

Gate Tower Building 2

Gate Tower, forse la torre del cancello se fossimo nel Medio Evo, il più semplicemente il Palazzo con il buco per far passare l’autostrada, visto che siamo moderni e realisti.

Ovviamente questo edificio di 16 piani è destinato ad uffici; difficile pensare che ci si possa vivere, con le auto che sfrecciano nel buco tra il 5° e il 7° piano. Ovviamente quando l’hanno costruito, l’alveare come lo hanno soprannominato, hanno previsto che l’ascensore non si fermasse ai piani dell’autostrada!

Gate Tower Building 1

I costruttori hanno costruito l’edificio e l’autostrada in modo che non si toccassero, così da non propagare rumori e vibrazioni all’interno. Verrebbe da chiedersi con quali risultati, visto che sul tetto c’è anche un eliporto!

Gate Tower Building 3

Vedi anche la casa tra le nuvole di Thorpeness in Gran Bretagna, l’hotel Galeria a Bratislava e il nuovo Parlamento della Georgia.

Foto Wikimedia Commons, twicepix e MShades.

Strani edifici, il palazzo con il buco di Osaka in Giappone é stato pubblicato su Travelblog.it alle 10:22 di domenica 20 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "giappone"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Sunday, 20 Apr 2014 08:00

Da ora in poi se vorrete provare l’ebbrezza dell’Orient-Express sappiate che è stata aggiunta la nuovissima destinazione di Bruxelles sul Venice Simplon-Orient-Express.

Una nuova destinazione è stata aggiunta all’Orient-Express, anzi, sarebbe meglio dire che la nuova destinazione viene aggiunta al treno Venice Simplon-Orient-Express: si tratta di Bruxelles. In realtà non è ancora attiva, la nuova meta dell’Orient-Express inizierà solamente dal mese di maggio 2014, ma saranno disponibili ben cinque nuovi itinerari con partenze a scelta da Venezia, Vienna o anche Budapest, per un totale di una o quattro notti, anche qui a nostra discrezione. Andiamo dunque a parlare dell’Orient-Express.

Bruxelles, la nuova destinazione dell’Orient-Express

Orient Express

Come dicevamo, da maggio 2014 diventa attiva la nuova destinazione Bruxelles per il Venice Simplon-Orient-Express. Si tratta di un viaggio da sogno sul treno più famoso di sempre (tranne forse il Galaxy Express 999, ma questo appartiene al mondo della fantasia): le carrozze arrivano dritte dritte dai treni di lusso degli anni Venti e Trenta (fra cui proprio il mitico, originale Orient-Express), sono state tutte attentamente ristrutturate per offrire un viaggio ricco di comfort e con il fascino dell’antico.

Sul questo treno i turisti potranno sbizzarrirsi con un menu degno di un raffinato ristorante, serviti niente meno da uno steward personale. Questi nuovi itinerari aggiunti vi permetteranno così di attraversare la campagna tedesca, austriaca e svizzera, ammirando le bellezze locali. E come anticipato, in alcune delle tratte da Venezia a Londra o da Londra a Venezia è stata anche aggiunta la possibilità di effettuare una sosta a Bruxelles, con tanto di pernottamento in hotel. Ovviamente si parla di viaggi di lusso, quindi i prezzi qui volano alti, si parte dai 2000 euro a persona per una cabina doppia (ma i pranzi e le cene sono inclusi), con partenza dal 17 maggio da Venezia in direzione Bruxelles.

Ricordiamo come il percorso originale del primissimo Orient-Express venne realizzato per la prima volta il 4 ottobre nel 1883: andava dalla Francia alla Romania e Vienna. Per quanto riguarda il Venice-Simplon Orient-Express, si tratta di un servizio ferroviario privato che sfrutta il nome modificato dell’originario Orient-Express: inaugurato nel 1982, come dicevamo utilizza carrozze ristrutturate e percorre la tratta da Londra e Parigi verso Venezia e viceversa. Il servizio si svolge attualmente una volta a settimana da marzo a novembre ed è destinato ai clienti più facoltosi. Altri percorsi effettuati due volte all’anno sono quelli sul percorso Parigi-Budapest-Bucarest-Instabul e Istanbul-Bucarest-Budapest-Venezia. A cui adesso si aggiunge anche la tappa di Bruxelles.

Foto | Generalnoir

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Orient-Express: è stata aggiunta la nuova destinazione Bruxelles é stato pubblicato su Travelblog.it alle 10:00 di domenica 20 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Dottoressa Veterinaria Manuela" Tags: "treno, bruxelles"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Sunday, 20 Apr 2014 07:54

Il Paso Internacional Los Libertadores, una importante via di comunicazione tra Cile ed Argentina, ma anche una grande strada panoramica.

Salendo in auto sul passo.

Il Paso Internacional Los Libertadores, chiamato anche passo del Cristo Redentore, è un importante passo di montagna nelle Ande tra Argentina e Cile. E’ la via principale di trasporto fuori tra la capitale cilena di Santiago del Cile e Mendoza in Argentina, e per questo motivo, molto trafficata dai mezzi pesanti che arrancano su questi tornanti.

Dal lato argentino la strada sale dolcemente fino ai 3.200 metri di altezza, prima di imboccare il tunnel che passa sotto le montagne. Più in pendenza, e più scenografica, la strada sul lato cileno, dove si arriva ai 3.200 metri dopo una lunga serie di tornanti.

Inaugurato nel 1980, il tunnel del Cristo Redentore è attraversato anche dal confine tra i due stati sudamericani. Il nome del tunnel deriva dalla statua da 4 tonnelate di peso del Cristo Redentore, collocato nel 1904 nei pressi del vicino e più elevato (3.832 metri) passo di Uspallata.

Il passo d’inverno rimane spesso chiuso causa neve, che a volte può arrivare anche fuori-stagione, come nel 19 settembre del 2013, quando quasi 15.000 cileni rimasero bloccati sul lato argentino per circa 10 euro, a causa di una forte nevicata, che fece cadere tra i 40 e i 50 centimetri di neve .

Vedi anche Lo strano fenomeno dei Penitentes, nelle Ande tra Cile ed Argentina, la 17 Mile Drive in California e Hermit Road lungo il Grand Canyon.

Paso Internacional Los Libertadores

Foto baswallet.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Strade panoramiche, il Paso Internacional Los Libertadores tra Cile ed Argentina é stato pubblicato su Travelblog.it alle 09:54 di domenica 20 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Saturday, 19 Apr 2014 13:34

Ci siamo quasi. L’evento atteso da migliaia di fedeli è alle porte. La cerimonia di santificazione di Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II a Roma, prevista il il week end del 26 e 27 aprile sta mandando la Capitale in subbuglio.
Previsti per l’evento oltre 800 mila pellegrini e 2 mila pullman, senza contare i turisti che si trovano già a Roma per il ponte del 25 aprile e per le vacanze pasquali.

Il sindaco Ignazio Marino ha fatto sapere che tutto è pronto per accogliere le migliaia di pellegrini che arriveranno in Piazza San Pietro già dalla notte di sabato, con i primi treni charter in arrivo nella stazione San Pietro, a pochi metri dal Vaticano. Pronto anche un piano di viabilità per rendere la vita meno difficile a chi non è interessato alla cerimonia e renderla vivibile a chi parteciperà. Innanzitutto, sono previsti  maxischermi in altre piazze di Roma per consentire anche a chi non riuscirà ad arrivare in Piazza di seguire l’evento.

canonizzazione-papi-660x330

Pedonabilità massima e auto off limits già dal pomeriggio di sabato 26 in tutta l’area circostante alla Basilica, quindi Borgo Pio, Piazza Risorgimento e le vie limitrofe. Niente macchine, ma nemmeno niente cassonetti e viabilità deviata a via Ottaviano, che sarà interdetta al traffico per consentire l’afflusso dei fedeli verso la stazione della metropolitana.

Celebrazioni pasquali e canonizzazioni: cosa succederà a Roma nei prossimi giorni.

Fino al 4 maggio resteranno pedonalizzate anche Via dei Fori Imperiali, da piazza Venezia al Colosseo, già chiuse al traffico da ieri in occasione della Via Crucis.
Sabato 26, inoltre, ci sarà la “Notte bianca di preghiera , in tutte le chiese del centro di Roma per permettere alle migliaia di fedeli di pregare e confessarsi.

Canonizzazione Papi: cerimonia in 3D, veglie di preghiera, pedonalizzazioni e info utili

Per smaltire l’elevato flusso di persone, sono stati potenziati i servizi di trasporto urbano su metro e bus; i servizi lungo le arterie che conducono alla Capitale con l’individuazione di aree di sosta e di scambio dove far confluire i mezzi di trasporto collettivo. Aumentati anche i servizi di vigilanza e sicurezza in ambito ferroviario e presso gli scali aeroportuali.

 

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Canonizzazione Papi, tutto quello che occorre sapere é stato pubblicato su Travelblog.it alle 15:34 di sabato 19 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Angela Iannone" Tags: "roma, attualita"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Saturday, 19 Apr 2014 08:00

Secondo i dati di Trivago gli italiani per questa Pasqua 2014 hanno nettamente preferito Assisi: la città umbra ha superato mete più blasonate come Roma e Firenze. Nel video potete vedere i riti religiosi di Pasqua ad Assisi.

Trivago non ha dubbi: la meta preferita da tutti per questa Pasqua 2014 è Assisi. La città umbra batte nettamente destinazioni come Roma e Firenze, che rimangono pur sempre in classifica, ma che si vedono superate da Assisi. Questo almeno è quanto emerge da una ricerca di Trivago: in pratica il motore di ricerca di hotel più famoso di sempre ha studiato i prezzi e le disponibilità alberghiere nelle venti città italiane più cercate per quanto riguarda il periodo compreso fra il 18 e il 21 aprile e i risultati sono stati sorprendenti.

Le mete viaggio preferite per la Pasqua 2014 secondo Trivago

Assisi

Ci siamo: Pasqua e Pasquetta 2014 sono ormai arrivati, avete deciso dove trascorrerli? Andiamo a vedere cosa dice Trivago in merito alle destinazioni viaggio per queste festività pasquali. Praticamente 8 italiani su 10 hanno deciso di rimanere in Italia e solamente il 20% potrà permettersi il lusso o la fortuna di una vacanza al di là dei confini nazionali.

Curiosamente, fra le città più cercate d’Italia Assisi è la preferita in assoluto: Trivago ha analizzato la disponibilità alberghiera e ad Assisi c’è solamente il 15% dei posti liberi, il che significa per contro che l’85% degli alberghi e hotel sono stati prenotati. E si pensa che la scelta di Assisi dipenda in parte dal fatto che gli italiani per questa Pasqua 2014 sembrano preferire le città d’arte, complici anche le diverse aperture straordinarie di musei e monumenti e in parte anche dall’effetto Papa Francesco. Al secondo posto si piazza Venezia, con un 17% di posti liberi, mentre in terza posizione abbiamo Firenze con il 21%. Troviamo Roma solamente al sesto posto con il 31% di posti liberi, mentre Napoli è ottava con il 32%, Torino tredicesima con un 42%, Rimini quindicesima con un 45% (e ci credo, con questo clima freddo andare al mare è un vero e proprio rischio), mentre Milano si piazza al ventesimo e ultimo posto con un 71% di stanze libere.

Ma Trivago non si è certo fermato qui, analizzando i costi ecco che Pisa in realtà è la città più conveniente per il fine settimana di Pasqua con i suoi 80 euro a camera a notte, Rimini è al secondo posto con 81 euro e Palermo al terzo posto con 84 euro. Anche Bologna, Torino, Perugia e Genova riescono a rimanere sotto i 100 euro a notte. E le mete più care? Non stupisce trovare Capri in pole position con 252 euro a notte, seguita da Venezia con 249 euro, Firenze con 165 euro e Roma con 162 euro.

Ma ecco qui le classifiche complete, cominciamo con quella relativa alle mete più cercate (la percentuale si riferisce alle stanze ancora libere nel weekend di Pasqua):

  1. Assisi 15%
  2. Venezia 17%
  3. Firenze 21%
  4. Siena 28%
  5. Genova 30%
  6. Roma 31%
  7. Capri 32%
  8. Napoli 33%
  9. Perugia 34%
  10. Ischia 35%
  11. Sorrento 36%
  12. Mestre 40%
  13. Torino 42%
  14. Riccione 42%
  15. Rimini 45%
  16. Pisa 47%
  17. Verona 48%
  18. Palermo 54%
  19. Bologna 61%
  20. Milano 71%

e qui abbiamo invece la classifica dalla città meno cara a quella più cara per quanto riguarda Pasqua 2014 (il presso è inteso per una notte in camera doppia):

  1. Pisa 80 €
  2. Rimini 81 €
  3. Palermo 84 €
  4. Bologna 86 €
  5. Torino 91 €
  6. Perugia 92 €
  7. Genova 96 €
  8. Napoli 104 €
  9. Assisi 106 €
  10. Mestre 110 €
  11. Milano 113 €
  12. Verona 114 €
  13. Siena 123 €
  14. Riccione 125 €
  15. Ischia 146 €
  16. Sorrento 150 €
  17. Roma 162 €
  18. Firenze 165 €
  19. Venezia 249 €
  20. Capri 252 €

Leggi anche: Pasqua 2014 in Liguria e Pasqua e Pasquetta 2014 nei parchi più belli d’Italia.

Via | Trivago

Foto | Roberto_Ferrari

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Pasqua 2014: Assisi batte Firenze e Roma come meta preferita dai turisti é stato pubblicato su Travelblog.it alle 10:00 di sabato 19 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Dottoressa Veterinaria Manuela" Tags: "pasqua, pasqua-2014, assisi"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Saturday, 19 Apr 2014 07:56

Nuovo volo low cost e diretto per Strasburgo, la romantica città francese al confine con la Germania.

Cosa vedere a Strasburgo.

Place Benjamin Zix (nella fotografia) si trova a Strasburgo nel quartiere ‘Petite France’ (La Piccola Francia), il tipico quartiere alsaziano, su di un lato del Canale numero III. Petite France è un quartiere della città molto noto per le sue stradine, i canali pittoreschi, e le case a graticcio medievali, tipiche di questa regione di confine.

La zona è molto romantica ed affascinante, una tappa obbligata per ogni visitatore di Strasburgo. Strasburgo, nota per essere la sede del Parlamento Europeo, il cui centro storico, la Grande Île , protetto dall’Unesco, è la più importante città dell’Alsazia la storica regione per secoli contesa tra tedeschi e francesi. A me ha fatto davvero impressione, passare il ponte in auto, e ritrovarmi in Germania, senza vedere nessuna guardia di confine.

Volotea, dopo aver proposto i nuovi voli per Napoli e la Sicilia, propone anche il nuovo volo diretto e low cost tra la bellissima Strasburgo e la bellissima Palermo. Volo operato una volta la settimana, il venerdì, con partenza da Palermo alle 19:25 e da Strasburgo alle 16:55, per due ore di volo.

Vedi anche Strasburgo oltre i mercatini: la Cattedrale gotica di Notre Dame, la Statua della libertà tra Colmar e Strasburgo e il ristorante Maison Kammerzell di Strasburgo.

Scorcio di strasburgo

Foto Martien.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Nuovo volo per la romantica Strasburgo in Francia é stato pubblicato su Travelblog.it alle 09:56 di sabato 19 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "francia, low-cost"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Saturday, 19 Apr 2014 06:24

Quarta edizione di Un Mare di Birra, la festa della Birra Artigianale a Roma.

We’re hapy a Roma.

Anche quest’anno torna a Roma l’appuntamento dedicato alla birra artigianale. Oltre 50 birre selezionate dai migliori 14 pub della Capitale saranno le protagoniste dell’evento Un Mare di Birra … sul Prato, perché l’appuntamento è per il 26 aprile nella splendida cornice verde dell’Agrituirsmo 4.5 sulla via Laurentina.

Dopo l’edizione 2013, un grande successo che ha visto la presentazione dei pub indipendenti di Roma e la partecipazione di oltre 4.000 persone, “Un Mare di Birra 2014” cambia leggermente format riunendo le migliori, le più influenti realtà brassicole di Roma, città ormai punto di riferimento della scena birraria nazionale; dagli storici pub a quelli più innovativi, per regalare agli appassionati un evento unico nel suo genere.

Gli artigiani birrai, che presiederanno i 12 banconi allestiti per l’occasione, proporranno la propria selezione birraria che si articolerà in più di 50 birre, tutte rigorosamente artigianali, provenienti da 9 nazioni del mondo: si prevedono quindi ‘sfide’ a colpi di chicche ed eccellenze, dove le italiane saranno assolute protagoniste, in una giornata all’insegna del bere immersi natura e dello stare insieme.

E visto che ci si ritrova all’interno della cornice verde di uno splendido agriturismo romano, “Un Mare di Birra… sul Prato” sarà anche una splendida occasione per trascorrere una piacevole giornata fuori porta, a pochi passi dal caos cittadino. Ad accompagnare la giornata, e la ‘bevuta’, un ricco menù di prodotti tipici e a Km0 proposto dal ristorante dell’agriturismo, musica e intrattenimenti di vario genere, per bambini e… adulti.

un mare di birra sul prato a Roma

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Sabato 26 aprile la festa delle birre artigianali a Roma é stato pubblicato su Travelblog.it alle 08:24 di sabato 19 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "roma"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 15:33

Da oggi, venerdì 18 aprile, a domenica 27 aprile sarà una settimana impegnativa per la città di Roma: sono iniziate ieri infatti le celebrazioni della Settimana Santa. Seguiranno la tradizionale Via Crucis al Colosseo, le celebrazioni pasquali, il Lunedì dell’Angelo e la canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII.

Vi proponiamo quindi l’agenda dei principali appuntamenti, con tutte le informazioni utili.

Via Crucis - Venerdì 18 aprile

La Via Crucis al Colosseo inizierà questa sera alle 21.15. Considerata la grande affluenza prevista, lungo via dei Fori Imperiali sono stati installati diversi maxi-schermi. I testi delle meditazioni sono stati scritti da monsignor Giancarlo Bregantini e verteranno su temi sociali. La cerimonia dovrebbe terminare intorno alle 23. Per l’occasione, resterà chiusa dalle 18.30 la fermata Colosseo della linea B della metropolitana, compreso l’accesso superiore da Largo Agnesi. Chiuse al traffico anche via Celio Vibenna e via di San Gregorio.

Inizia il periodo di pedonalizzazione totale di via dei Fori Imperiali, che rimarrà interdetta al traffico dalle 9 alle 19 fino a domenica 4 maggio.

Pasqua e Lunedì dell’Angelo - Domenica 20 e lunedì 21 aprile

Le celebrazioni si svolgeranno in San Pietro. Si inizia sabato 19 con la Veglia Pasquale, alle 20.30, mentre la messa di Pasqua sarà alle 10.15. Alle 12 Papa Francesco impartirà dalla loggia centrale della Basilica Vaticana la benedizione Urbi et Orbi. Lunedì 21 da Piazza San Pietro alle 12 si terrà il Regina Coeli.

Canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII - Domenica 27 aprile

Previsto l’arrivo di oltre 800mila persone. San Pietro sarà ‘off-limits e per evitare che i pellegrini si concentrino già dalla sera prima in piazza San Pietro e via della Conciliazione la zona verrà interdetta al traffico anche ai pedoni. Il 27 aprile l’accesso dei fedeli in piazza sarà effettuato esclusivamente da via della Conciliazione a partire dalle 5.30 del mattino. Previsto anche un corridoio di sicurezza da Piazza Venezia a San Pietro, fino a Porta Cavalleggeri.

La metro A e B effettueranno servizio no-stop (il 26, il 27 aprile e fino alla mezzanotte e mezza del 28 aprile), e saranno istutuite navette di collegamento con San Pietro. 24h/24 le linee bus 64 e 40 per tutto il mese di aprile.

E’ disponibile la ‘Roma Pass 48 Hours’, una card per i turisti e i pellegrini che arriveranno nella Capitale valida per due giorni (costo 28 euro), che permetterà di spostarsi senza limiti su metro, bus e tram ma anche di accedere a monumenti, musei e aree archeologiche - gratuitamente o usufruendo di sconti -.

Per assistere alla canonizzazione oltre ai tre maxischermi su via dei Fori imperiali ne saranno installati altri quattro: in piazza Navona, in piazza Farnese, a Castel Sant’Angelo e a piazza S.Maria Maggiore. Fedeli e turisti potranno seguire dirette multilingue.

La Santa Messa di Canonizzazione dei Beati inizierà alle 10.

Pope Francis Holds His Weekly Audience

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Celebrazioni pasquali e canonizzazioni: cosa succederà a Roma nei prossimi giorni é stato pubblicato su Travelblog.it alle 17:33 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Arianna Ascione" Tags: "pasqua-2014"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 12:44

Tre ottimi ristoranti italiani ad Istanbul, per non sentire troppa nostalgia di casa.

5 minuti a Sultanahmet, Istanbul.

Moschea ad Istanbul

Personalmente evito di mangiare italiano all’estero. Non perché non si trovino ristoranti che sappiano cucinare bene i nostri piatti, ma perché preferisco immergermi nella cultura del posto che visito, anche a cena. Ma capisco che ci sono tanti, che una volta all’estero, sentano l’irresistibile richiamo dei piatti nostrani. E allora, se siamo ad Istanbul, dove possiamo andare per farci passare la voglia?

Nostra Casa (sito in italiano), già nel nome, sembra indicare il carattere originale del ristorante che offre specialità a base di pesce e carne, ispirate ai sapori della nostra cucina, variata con accostamenti ispirati dalla cucina turca. Piatti leggeri ma ricchi di gusto, ospitalità ed accoglienza tipica della migliore tradizione mediterranea, a due passi dalla Moschea Blu a Sultanamhet.

Metre Pizza per quelli che proprio non sanno rinunciare alla vera pizza italiana, neppure con tutto quello di buono che si può provare ad Istanbul. Vera pizza italiana, visto che alle pale ci sono due nostri connazionali. Se si va in gruppo, si risparmia ordinando pizza la metro. In Bagdat Caddesi No:300, a pochi passi dallo stadio del Fenerbahçe, vicino alla bellissima marina di Kalamış, sul lato asiatico di Istanbul.

Pico Karakoy Italian Eatery, per mangiare in un locale riservato e dal design originale. Da poco sulla piazza, il locale punta sulla qualità e l’attenzione ai dettagli. Wi_fi gratis ed espresso Segafredo. In Luleci hendek caddesi no 20, in Asia, ma vicino al ponte Galati.

Vedi anche Cosa fare ad Istanbul, una crociera sul Bosforo, Dove andare ad Istanbul, İstiklâl Caddesi e Mandabatmaz, dove bere il caffè turco ad Istanbul.

Foto miy1988.

Tre ottimi ristoranti italiani ad Istanbul é stato pubblicato su Travelblog.it alle 14:44 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "istanbul"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 10:20


Dopo la Pasqua, la Via Crucis è l’evento religioso più atteso dai fedeli cattolici, momento liturgico di grande importanza e carico di phatos che attira migliaia di religiosi e turisti da ogni parte del mondo.

La Via Crucis è prevista per oggi, venerdì 18 aprile, Venerdì Santo, a Roma, di fronte all’Anfiteatro Flavio. La celebrazione sarà officiata per la seconda volta da Papa Francesco, che percorrerà dal Colosseo e lungo tutta via dei Fori Imperiali il doloroso cammino di Cristo verso la crocefissione.
Quest’anno il Papa dedicherà la Via Crucis alla crisi economica e alle gravi conseguenze e vittime che essa ha portato.

Un’invasione di un numero imprecisato, comunque copioso, di fedeli, religiosi, curiosi e turisti, che ha necessariamente fatto preparare la Capitale ad accogliere l’ingente numero di spettatori. Deviazioni di percorso, strade chiuse, stazioni metropolitane off limits, tutto è pronto per la processione liturgica.

Pasqua 2014 a Roma: processioni e via crucis che deviano la mobilità della settimana santa

Si parte dalle ore 14:00, quando il Colosseo chiuderà le visite pe ril resto della giornata (la biglietteria chiude già alle 13:00), assieme con il Palatino e il Foro Romano.
Dalle 19:00, poi, scatta la chiusura della fermata Colosseo della linea metro B fino alle 23:00, con relativa chiusura di tutte le strade limitrofe a via dei Fori Imperiali. Totale pedonalizzazione dell’area, dunque, per permettere ai visitatori di assistere alle 14 stazioni della Passione di Cristo, anche grazie all’installazione di tre maxischermi disposti durante il cammino.

Alle ore 21:00, orario ufficiale di inizio del rito, chiuderanno tutte le vie interessate dell’area, verranno spenti i varchi delle zone Ztl notturne, con relativa deviazione di linee bus.
Deviazioni già scattate da stamattina,  per i bus delle linee 53, 75, 80, 85, 87, 117, 175, 271, 571 e 810, e dalle ore 19 anche quelle delle linee 81 e 673.

via crucis

Anche la periferia celebra la Via Crucis, con tante altre deviazioni di percorso: a Talenti dalle 21, tra via Cortuso, via Spegazzini e via Zanardini, con possibili rallentamenti o deviazioni per le linee 311 e 350; a Centocelle dalle 20,30, con partenza e arrivo in piazzale delle Gardenie ( deviazione per le linee 114, 412, 450, 542 e 558); a Rebibbia dalle 21, da via Casal de’ Pazzi (deviazioni linee 040, 041, 163, 311, 341, 343, 344, 350, 404, 444 e 449); a Trastevere dalle 17 alle 19, con partenza e arrivo in via della Lungaretta ( deviazioni linee 8, H, 44 e 780); infine da largo Santa Barbara a via del Calice (deviazione linea 664).
Tutte le informazioni sui possibili percorsi alternativi si possono trovare sul sito dell’Atac e sulla pagina del Comune di Roma.

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via Crucis a Roma, pedonalizzazione e deviazioni di percorso é stato pubblicato su Travelblog.it alle 12:20 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Angela Iannone" Tags: "roma, pasqua-2014, attualita"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 09:56


La domenica di Pasqua e il lunedì di Pasquetta non ci regaleranno un sole splendente, in arrivo piogge già a partire da domani

Vediamo che tempo farà in Italia durante questo lungo weekend di Pasqua.

Sabato 19 aprile pioggia e nuvole apriranno il fine settimana su tutto il NORD Italia, con piccoli miglioramenti solo a fine giornata. Più o meno stesso menù per il CENTRO, dove il sole non scalderà la giornata e solo la Sardegna potrà godere di qualche ora di bel tempo. Al SUD invece… pioggia e nubi per gran parte della giornata su quasi tutte le regioni, solo le aree ioniche vedranno un poco di sole, ma giusto prima del tramonto.

Domenica 20 aprile: la Pasqua inizierà con una mattinata appena nuvolosa su tutto il Paese, che però sarà seguita da piogge, seppur deboli, molto diffuse soprattutto al Nord e al Centro, e, in serata, sulla Campania.

Lunedì 21 aprile: Pasquetta bagnata su tutto il NORD, mentre al CENTRO le piogge si concentreranno sulle zone interne tra Toscana, Umbria e Marche. Situazione variabile e piogge alternate a schiarite al SUD.

Gite fuori porta da organizzare dunque con un occhio al cielo e l’ombrello in auto!

rabbit_rain

Foto | boviate

Via | Servizio Meteorologico Aeronautica Militare

Le previsioni meteo per Pasqua e Pasquetta 2014 é stato pubblicato su Travelblog.it alle 11:56 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Simona Traversini" Tags: "viaggiatori, attualita"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 08:00

Sembra che fra le destinazioni viaggio più gettonate ci siano le città d’arte e le capitali della cultura (Roma e Firenze in testa), ma non solo: anche alcune mete esotiche vanno per la maggiore. Questo almeno secondo una stima di CartOrange. Nel video potete vedere una vacanza di Pasqua trascorsa fra le bellezze romane.

Continuano implacabili le classifiche relative alle mete viaggio preferite per queste vacanze di Pasqua 2014. Questa volta seguiamo le direttive e le indiscrezioni di CartOrange, azienda italiana di consulenti di viaggio: secondo quanto rivelato le città d’arte e culturali la fanno da padrone, soprattutto Roma e Firenze. Ma non solo: anche alcune città estere vanno per la maggiore. Andiamo dunque a scoprire quali sono le città culturali meta ideale per queste vacanze pasquali, tenendo conto che se sono così gettonate significa anche che saranno affollatissime. Chi ama la tranquillità è dunque avvisato.

Le mete viaggio preferite per questa Pasqua 2014 secondo CartOrange

Firenze Ponte Vecchio

CartOrange non ha dubbi: gli italiani trascorreranno queste vacanze di Pasqua 2014 nelle città d’arte, inclusi ovviamente i vari ponti festivi del 25 Aprile e del 1 Maggio. In pole position troviamo ovviamente Roma, la capitale attira sempre tantissimi turisti complice anche il Festival di Pasqua (pur se fra mille polemiche, non ultima quella degli albergatori e inerente l’eventuale rincaro della tassa soggiorno a roma); a ruota seguono Firenze, Verona e Napoli. I più fortunelli potranno permettersi una vacanza all’estero, in questo caso le città culturali predilette sono Londra e Parigi, seguite da vicino da Barcellona e Madrid.

Però ci sono anche persone che preferiscono trascorrere questo anticipo di vacanze all’insegna del relax e cosa c’è di meglio del mare? Liguria, Sicilia e Sardegna sono molto gettonate, tanto che lungo tutte le coste della penisola gli stabilimenti balneari non solo saranno aperti, ma realizzeranno anche tanti eventi per attirare ancora di più i visitatori.

Sempre secondo CartOrange, si ha una crescita del 25% per quanto riguarda Pasqua 2014 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Gianpaolo Romano di CartOrange ha affermato: “Il lungo periodo di feste e ponti che si estende da Pasqua fino al 4 maggio ha indubbiamente invogliato gli italiani a concedersi quei viaggi sui quali prima tentennavano. Questo ha fatto salire le prenotazioni, con una decisa crescita per le mete a lungo raggio, scelte dal 20% dei nostri viaggiatori, e la possibilità di unire relax al mare e itinerari culturali” e ancora “I problemi sorti lo scorso anno in Egitto continuano a far sentire i propri effetti sul turismo, perciò CartOrange ha registrato un calo delle prenotazioni per il Mar Rosso, che nel 2013 era stato scelto dal 16% dei nostri passeggeri e quest’anno dal 12%. Questa meta, un tempo preferite per la primavera, è stata sostituita da altre destinazioni mare come le Canarie”. E questo mi pare logico: se una certa parte del mondo non è sicura, ecco che i viaggiatori si dedicheranno ad altre mete.

Tutto ciò è valido sia per chi ha deciso di concedersi una mini-vacanza sia per chi può permettersi periodi più lunghi: in questo caso gli Stati Uniti e New York in particolare risultano essere le mete più ambite. Mentre chi vuole delle mete esotiche al mare si concentra sulla Thailandia, sulle Maldive e sui Caraibi. Ma c’è una novità: sembra che l’Oman sia in risalita nelle preferenze dei viaggiatori, complice anche il fatto che nel corso degli ultimi anni ha implementato notevolmente le strutture turistiche.

Foto | Leshaines123

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Pasqua 2014: Roma e Firenze fra le città d'arte più gettonate é stato pubblicato su Travelblog.it alle 10:00 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Dottoressa Veterinaria Manuela" Tags: "pasqua, pasqua-2014, citta"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 07:26

Roma è tantissime cose, ma forse non tutti sanno che Roma è anche diving. Alle secche di Torpaderno.

Immersione del 2012.

Roma è tantissime cose. Roma è il ricordo di un impero, la casa di Papa Francesco (che possiamo “spiare” dal buco della serratura sull’Aventino), Roma è una città che vive anche sottoterra (vedi a Palazzo Valentini), Roma è enorme un museo gratuito (vedi a San Pietro in Vincoli o dove si trova il Caravaggio), Roma è grandi mostre (Pasolini e gli Etruschi), ed nuovi centri di divertimento (Valmontone e Zoomarine). Ma quanti sanno che Roma è anche diving?

Davanti il litorale romano, davanti alla bellissima spiaggia dono del Presidente della Repubblica alla città di Roma, si trovano le secche di Torpaderno, un’area naturale protetta istituita sul finire del 2000, anche se ovviamente le secche erano già note, oltre che tra i sub, anche tra i pescatori.

Si trova a circa 5 NM al largo del litorale romano, ed è un rettangolo di 3 km × 4 km che non include alcun tratto emerso di costa. È l’unica area marina protetta italiana con tale caratteristica. I fondali dell’Area marina protetta sono compresi tra −18 m e −75 m di profondità e comprendono un rilievo roccioso che si innalza dal circostante fondale sabbioso, costituendo così una vera e propria “oasi” in grado di attirare moltissime specie ittiche. Wikipedia.

Ovviamente nelle secche (e meno male) oggi la pesca è vietata, e questo ha reso possibile il ripopolamento di questo “quadrilatero” romano, che oggi ospita tantissime specie come la murena, il gronco, le triglie e la rana pescatrice, ma anche spigole, occhiate e il saraghi. Ospiti speciali, che si fanno vedere di quando in quando, delfini e tartarughe marine.

Ma le secche sono famose soprattutto per le specie vegetali che colorano i fondali, rendendoli cosi frequentati. Celenterati, stretti parenti
del corallo, la bellissima Gorgonia rossa e gli Alcionari e la Posidonia oceanica, il vero polmone verde dei nostri mari.

Alle secche è vietato pescare, ma non immergersi, anche se per ovvi motivi di protezione ambientale, occorre adempiere a qualche adempimento burocratico. Ma per fortuna c’è chi ci può guidare sia tra le autorizzazioni che tra le secche, come il Tor Paterno Diving Center, al cui interno operano veri innamorati e conoscitori di quest’area marina, davvero unica nel suo genere.

Il Diving si trova all’interno del Marine Village, stabilimento balneare e ristorante vista mare, recentemente ristrutturato, per far rivivere i tempi d’oro quando Villaggio Tognazzi era frequentato dalle star del Grande Cinema Italiano.

Secche di Tor Paterno

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Diving a Roma si può, nella riserva Marina delle Secche di Torpaterno é stato pubblicato su Travelblog.it alle 09:26 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "roma, diving"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 06:17

Nuovo volo low cost per Parigi dalla Vueling, sempre più italiana.

Bellissima Parigi.

Vueling, dopo i nuovi voli da Roma e da Venezia, annuncia oggi in conferenza stampa presso l’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna il programma per la stagione estiva 2014, con la novità della nuova rotta diretta e low cost Bologna-Parigi Orly, operativa a partire dal prossimo 22 giugno, oltre (anche questo di sicuro interesse) all’incremento della rotta Bologna-Barcellona ora attiva con volo giornaliero.

La nuova rotta Bologna-Parigi Orly comincerà ad essere operativa dal 22 giugno con 6 voli settimanali, tutti i giorni tranne il sabato, con l’aggiunta di alcuni voli speciali disponibili durante i prossimi ponti primaverili. Un’ottima notizia per noi italiani, che da sempre abbiamo Parigi (e Londra) al top delle destinazioni tra le capitali europee.

Ad essere soddisfatti, oltre a tutti quelli che possono utilizzare il Guglielmo Marconi per un city break all’estero, l’AD della società di gestione dell’aeroporto, che vede così confermata l’importanza dell’aeroporto di Bologna all’interno del sistema aeroportuale italiano (in questo momento è al sesto posto).

Vedi anche Cose da fare a Parigi: il Pavillon de l’Arsenal, Tour in battello a Parigi, dalla Senna al Parco de la Villette, passando per canal St Martin e Scoprire Parigi sulle orme degli autori e dei romanzi.

Notre Dama a Parigi

Foto Panoramas

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Vueling parla sempre più italiano, ancora un nuovo volo per Parigi é stato pubblicato su Travelblog.it alle 08:17 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "low-cost, parigi"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 18 Apr 2014 06:15


Per degli amanti dei viaggi come voi è stato piuttosto semplice riconoscere la piazza principale di Budapest ma vediamo come ve la caverete avendo a disposizione solo un piccolo dettaglio

Questo mercato pasquale austriaco ha celebrato il 5 aprile di quest’anno il 25° anniversario, viene allestito in un’importante piazza della città vecchia e la sua particolarità è la torre di uova dipinte (circa 40.000) provenienti da varie zone dell’Europa…

quiz3_aprile

Foto | alastairb

Travelquiz della settimana: i mercatini di Pasqua (3) é stato pubblicato su Travelblog.it alle 08:15 di venerdì 18 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Simona Traversini" Tags: "viaggiatori, sondaggi"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 17 Apr 2014 11:22

La Loca, un locale camaleontico al centro di Praga.


Performance dal vivo del 26 marzo.

Titolo La Loca, sottotitolo Mosaic House, nel senso che questo locale è un insieme, un mosaico di tanti locali diversi. E’ un locale dove ascoltare musica dal vico. E un bar dove prendere un aperitivo chiacchierando con glia amici. E’ anche un ristorante dove cenare prima di andare a ballare. E poi si trova all’interno di un ostello, proprio nel centro di Praga, per cui sono tanti i motivi per cui alla fine ci si può ritrovare all’interno.

La musica; ci sono eventi musicali, più o meno ogni sera, che si tratti di musica dal vivo, per lo più band e artisti locali in programma 3-4 e serate a tema, anche un po’ nostalgiche con la musica degli anni ‘80 e ‘90, suonata in tutto le salse, dal ballo ai campionati di karaoke.

Ristorante; si pranza dalle 11:30-14:30, con menù diverso ogni giorno, generalmente di buona qualità. E se proprio non ci va di scegliere, o i piatti del giorno non ci convincono, si può sempre ripiegare su tapas e hamburger .

Bar; ottimi aperitivi e cocktail con prezzi intorno alle 100 corone, ma per provare, c’è sempre l’happy hours, con le sue offerte scontate, dalle 18 alle 20. Magari vi farà piacere poi sapere che l’interno del locale è completamente smoking free.

E poi Mosaic House è anche un ostello, scusate un boutique ostello inaugurato nel 2010 e già pluri-premiato, per il suo design originale, e per l’utilizzo di tecnologie moderne, che non ti aspetteresti mai di trovare in un ostello. Reception aperta 24 ore, a pochi metri di distanza dal bar, nel caso avessimo esagerato con i drink.

Vedi anche 10 cose da vedere a Praga, Ottimi ed economici, i 10 migliori hotel a 3 stelle di Praga e Pařížská ulice, la via dello shopping elegante e “parigino” a Praga.

La Loca a Praga

La Loca, tanti locali in uno a Praga é stato pubblicato su Travelblog.it alle 13:22 di giovedì 17 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "praga"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 17 Apr 2014 11:14

Utenti Facebook, pronti a partire con la vostra dolce metà? Bene, allora vi basta mettere un “Mi piace” sulla pagina “ParTiAmo” e preparare la valigia!

Cosa è “parTiamo”? Si tratta di un divertente contest fotografico realizzato da Aeroporti di Roma in collaborazione con Vueling, la compagnia aera low cost spagnola. Il concorso è rivolto a tutti i fan della Pagina ufficiale Facebook “Aeroporto Leonardo da Vinci – ADR”Fiumicino e Ciampino, e mette in palio per loro un volo andata & ritorno verso una delle tante mete europee del circuito Vueling.
partiamo

Per partecipare, bastano pochi step. Innanzitutto un bel “Like” sulla pagina Facebook Aeroporti di Roma: Fiumicino e Ciampino. Successivamente, postate una foto che dichiari il vostro amore o affetto nei confronti della persona che volete portare in viaggio con voi: il vostro partner, ma anche un familiare o un amico del cuore.
Fatto? Bene, ora taggatelo e inserite l’hashtag ufficiale del contest: #ADRparTiAmo e il gioco è fatto. La foto più apprezzata dagli utenti - quindi con il maggior numero di “Mi piace” sarà quella vincitrice del concorso e della vacanza per due persone nella destinazione prescelta.

Affrettatevi però, perchè il contest è partito già da qualche settimana - ufficialmente è iniziato lo scorso 10 aprile - e ci sarà tempo per partecipare e votare entro giovedì 8 maggio. Il fortunato vincitore o la fortunata vincitrice potrà scegliere il periodo e la meta europea che più preferisce, perchè i voli sono validi fino al 18 dicembre 2014, ma dovranno essere  prenotati  21 giorni prima della data del primo volo.
Sono esclusi dalla prenotazione tre differenti periodi, che vanno dal 6 giugno al 10 giugno, dal 20 giugno al 15 settembre e dal dicembre al 9 dicembre 2014.

Tutte le informazioni, il regolamento completo e le modalità di partecipazioni potete trovarle sul sito di ADR o nell’apposita tab Facebook. Non ci resta che augurarvi buona fortuna… e buon viaggio!

Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

ParTiamo, il contest di ADR e Vueling che fa vincere un viaggio per 2 é stato pubblicato su Travelblog.it alle 13:14 di giovedì 17 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Angela Iannone" Tags: "viaggi-brevi, aerei"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 17 Apr 2014 10:38

Jackson Pollock torna a Firenze per incontrare Michelangelo. In mostra a Palazzo Vecchio.

Mostra di Pollock a Palazzo Vecchio a Firenze.

Earth Worms, i Vermi della Terra, è il nome del dipinto ripreso in questo post, normalmente esposto al Museo d’Arte di Tel Aviv (cui è stato donato da Peggy Guggenheim) , una delle opere di Pollock, normalmente esposte nei più importanti musei del mondo, che ora sono esposte a Palazzo Vecchio di Firenze, all’interno della mostra Jackson Pollock, la figura della furia.

“Non dipingo sul cavalletto. Preferisco fissare le tele sul muro o sul pavimento. Ho bisogno dell’opposizione che mi dà una superficie dura. Sul pavimento mi trovo più a mio agio. Mi sento più vicino al dipinto, quasi come fossi parte di lui, perché in questo modo posso camminarci attorno, lavorarci da tutti e quattro i lati ed essere letteralmente “dentro” al dipinto. Questo modo di procedere è simile a quello dei “Sand painters” Indiani dell’ovest.” Una intervista del 1947 di Pollock, per alcuni il maggior rappresentante dell’Espressionismo astratto statunitense.

Saranno 16 le opere di Pollock esposte nello splendido Palazzo Vecchio di Firenze, dove nel Salone dei Cinquecento è conservato l’opera Il genio della Vittoria del Michelangelo, cui la mostra idealmente rimanda, per la comune e costante ricerca della forza interna delle opere pittoriche. Un compito arduo, che però ha permesso al pittore USA di lasciare il proprio segno nell’arte del XX secolo.

Fino al 27 luglio, tutti i giorni dalle 9 alle 24 (tranne il giovedì quando la mostra chiude alle 14), con il biglietto intero a 12 euro, e il ridotto a 9 euro. Sito della Mostra.

Vedi anche Il Forte Belvedere di Firenze, Lo strano caso dei segnali stradali di Firenze e Le migliori trattorie di Firenze.

pollock a Firenze

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Jackson Pollock torna in mostra a Firenze é stato pubblicato su Travelblog.it alle 12:38 di giovedì 17 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "firenze, arte-e-archeologia"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 17 Apr 2014 07:26

Il Belem, il più antico tre alberi tutt’ora navigante in Europa e tra più prestigiosi velieri al mondo, torna a Venezia.


Venezia - UNESCO Patrimonio dell’Umanità.

Il Belem, costruito nel 1896 è il più antico tre alberi tutt’ora navigante in Europa, uno dei velieri tra i più prestigiosi velieri al mondo, dal 18 al 28 aprile del 2014, torna ad ormeggiarsi nelle acque di Venezia.

Il veliero, oggi di proprietà della marina francese, un tre alberi costruito a fine XIX secolo come nave mercantile, inizialmente fu utilizzata per il commercio del cacao con il Brasile. Dal 1952 al 1968 appartenne alla Fondazione Cini, che la utilizzava come nave scuola per i futuri ufficiali dell’istituto Nautico Scilla sull’isola di San Giorgio a Venezia.

Quindi in effetti si tratta di un ritorno a casa, che interesserà, oltre agli ex-scolari, tutti gli amanti del mare e della navigazione. Un’ottima occasione per provare a riprende uno veliero storico con la splendida Venezia sullo sfondo.

Il veliero sarà ormeggiato presso la Riva San Biagio, a pochi passi da Piazza San Marco, e sarà visitabile il 19, 20, 21 e 26 aprile, dalle 10 alle 18, al costo di 6 euro. Biglietto acquistabile anche on-line.

Vedi anche Le 10 chiese più belle di Venezia, Venezia dall’alba al tramonto e Mangiare a Venezia con meno di 15 euro.
Veliero Belem
Foto Wikimedia Commons.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Avviso ai naviganti, il Belem torna a Venezia é stato pubblicato su Travelblog.it alle 09:26 di giovedì 17 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "debora" Tags: "venezia"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Wednesday, 16 Apr 2014 08:00

Dove trascorreranno le vacanze di Pasqua 2014 gli italiani? Pare che la Spagna sia molto gettonata. Ma ambite dai turisti sono anche l’Istria e la Dalmazia.

Vi siete chiesi dove trascorreranno le vacanze di Pasqua 2014 quei fortunelli che avranno a disposizione qualche giorno di ferie? Beh, se da noi arriverà la malefica corrente artica è probabile che le passeremo rintanati in casa tremando dal freddo e maledicendo il grande demone celeste per il maltempo, tuttavia ci sono due dati fissi: gli italiani hanno preferito la Spagna come meta viaggio per la Pasqua 2014, mentre pare che sia boom di turisti in Istria e Dalmazia.

Spagna, Istria e Dalmazia: le mete viaggio preferite per Pasqua 2014

Dalmazia

Partiamo subito dagli italiani: uno studio di Volagratis ha messo in luce come durante le festività Pasquali e i ponti del 25 Aprile e del 1 Maggio gli italiani si getteranno nelle braccia delle capitali europee. E direi per forza visto che ci sono sì i ponti, ma non si hanno a disposizione tantissimi giorni. I giorni più caldi saranno quelli fra il 17 e il 28 aprile, con una leggera predominanza del weekend pasquale.

Ma sono le mete viaggio quelle che ci interessano di più. Pensate che ben il 70% degli italiani andrà all’estero. Fra costoro, il 33,1% si recherà in Spagna: il paese diventa dunque la meta preferita di Pasqua 2014 per gli italiani, anche perché il Regno Unito guadagna uno scarso 8% e la Francia un misero 6,7%. Barcellona è la città prediletta per chi viaggia, Londra e Parigi devono accontentarsi del secondo e terzo posto. A seguire poi abbiamo Madrid (di nuovo Spagna dunque) e Praga. In questa ipotetica classifica un altro dato interessante è che Istanbul riesce a superare Budapest e Amsterdam come destinazione prediletta.

Per quanto riguarda le località di mare, sempre secondo Volagratis, vanno per la maggiore Malta, Lanzarote, Tenerife, Gran Canaria, Ibiza e Fuerteventura. Se voliamo più ad ampio raggio, ecco che i turisti scelgono New York, Dubai e il Messico. E chi rimane in Italia? La Sicilia va forte con Catania e Palermo, mentre Roma è la città prediletta dagli stranieri.

E non finisce qui. Sembra infatti che ci sia stato un inaspettato boom di prenotazioni per quanto riguarda le vacanze di Pasqua in Istria e Dalmazia. I turisti questa volta provengono soprattutto da Slovenia, Germania, Italia, Francia, Austria e Bosnia e Erzegovina. E i numeri sono destinati ad aumentare se si pensa anche ai ponti del 25 Aprile e del 1 Maggio. Al primo posto si piazza saldamente l’Istria, mentre a seguire abbiamo la Dalmazia, soprattutto per quanto riguarda Ragusa e Spalato.

Foto | Gmdb

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Pasqua 2014: le mete preferite sono la Spagna, l'Istria e la Dalmazia é stato pubblicato su Travelblog.it alle 10:00 di mercoledì 16 aprile 2014. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.




Author: "Dottoressa Veterinaria Manuela" Tags: "pasqua, pasqua-2014, spagna"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Next page
» You can also retrieve older items : Read
» © All content and copyrights belong to their respective authors.«
» © FeedShow - Online RSS Feeds Reader