• Shortcuts : 'n' next unread feed - 'p' previous unread feed • Styles : 1 2

» Publishers, Monetize your RSS feeds with FeedShow:  More infos  (Show/Hide Ads)


Date: Tuesday, 30 Sep 2014 17:00

alcatel-pop-megaAlcatel si prepara a lanciare un nuovo poderoso phablet con una caratteristica particolare. L’Alcatel Pop Mega avrà un display da 6 pollici e verrà venduto assieme ad un piccolo feature-phone che si connette via bluetooth allo smartphone.

Nel corso dell’evoluzione della telefonia mobile di design e soluzioni bizzarre se ne continuano a vedere a bizzeffe e gli smartphone, per quanto forme e proporzioni siano più omogenee, non sono meno soggetti a questo genere di “innovazioni”.

La diffusione sempre maggiore dei cosiddetti phablet, che ormai hanno preso il posto dei più piccoli top di gamma di qualche anno fa, è sempre accompagnata dalla stessa domanda, un quesito che pone dei dubbi su quando uno smartphone diventa troppo grande per essere utilizzato comodamente come telefono.

Secondo una buona parte dei produttori non sembra esserci veramente un limite nelle dimensioni di un terminale dedicato alla telefonia e in alcuni casi la linea di demarcazione tra smartphone e tablet si fa fosca. Per alcuni utenti invece è strano o addirittura impensabile appoggiare all’orecchio un apparecchio di 6 pollici. Naturalmente esistono idee alternative: ci sono i PadFone di Asus e poi c’è il Pop Mega di Alcatel.

Il nome del nuovo phablet di Alcatel è adatto: il dispositivo fa uso di un “mega” schermo da 6 pollici che lo pone nella stessa categoria di terminali come i Galaxy Note o il FonePad Note 6.
Per ovviare all’imbarazzo ed alla presunta scomodità di utilizzare un siffatto dispositivo come telefono Alcatel ha pensato di includere nel pacchetto…un altro telefono.

L’accessorio del Pop Mega prende la forma di un piccolo cellulare, un feature-phone che assomiglia molto ad alcuni vecchi telefoni Nokia e che funge da modulo per le chiamate e l’invio di SMS. L’idea è la stessa formulata da HTC nell’accompagnare alcuni dei suoi smartphone con dei piccoli telefoni “compagni” e sembra davvero tanto ridicola da poter risultare, alla fine, efficace.

Il Pop Mega, che verrà distribuito da Tracfone, avrà un costo di circa 250$ ed il telefono aggiuntivo sarà compreso in questo prezzo.

Via | TheVerge.com

Alcatel Pop Mega, il phablet con telefono accessorio é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:00 di martedì 30 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "nuovi-modelli, alcatel, anticipazioni"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Tuesday, 30 Sep 2014 15:53

Komu amplia il proprio menù di smartphone Android con un nuovo dispositivo chiamato Komu Energy. Questo terminale ospita un processore octa-core, sistema operativo Android 4.4 KitKat ed offre la possibilità di utilizzare due tagli diversi di batteria.
Komu-Energy

Al già affollatissimo panorama di smartphone con Android va ad aggiungersi un nuovo candidato che tenta di ricavarsi un posto tra i dispositivi di fascia media offrendo alcune features peculiari. Komu, produttrice di questo smartphone, è una società italiana che possiede un portfolio contenente già diversi prodotti non particolarmente rilevanti rispetto ad altri competitori.

Il Komu Energy, questo il nome dello smartphone in questione, sembra invece puntare a farsi riconoscere grazie ad alcune caratteristiche degne di nota abbinate ad un prezzo non trascurabile.

L’Energy entra nella lineup di Komu come nuovo top di gamma e si presenta con un design tutto sommato apprezzabile. Il display è ampio ed ha una diagonale di 5 pollici, un pannello IPS con risoluzione Full HD che occupa il 74% dello spazio frontale del telefono, riducendo dunque le cornici al minimo, un tratto notevole per un telefono di questo tipo.

Quanto a caratteristiche tecniche Komu gioca ovviamente nel campo delle componenti economiche ma la configurazione hardware pare potersi difendere degnamente. Al cuore della scheda tecnica dell’Energy si trova un SoC Mediatek MT6592 con processore octa-core a 2GHz e GPU Mali 450MP4. Il display Full HD è accompagnato da una fotocamera posteriore da 13 megapixel con flash led ed una anteriore da 5 megapixel.

La caratteristica degna di nota menzionata qualche riga sopra è la presenza nella confezione di due batterie con diverso amperaggio. La prima, quella di base, offre una carica energetica di 2000mAh, mentre la seconda, sacrificando in parte l’ergonomia e l’estetica del telefono, conferisce al terminale un’autonomia di 4000mAh.

Il Komu Energy è già disponibile al prezzo consigliato di 329€.

    Sistema operativo: Android 4.4.2 KitKat
    Display: 5 pollici Full HD (1920×1080)
    Processore: Mediatek MT6592 octa-core a 2.0 GHz
    GPU: GPU Mali 450
    Memoria: 2 GB di RAM
    Archiviazione: 16 GB
    Fotocamera: posteriore 13 megapixel con LED Flash, anteriore
    Batteria: 2000mAh/4000mAh
    Connettività: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/a/n, Bluetooth 4.0, Antenna GPS
    Dimensioni: 134.2 x 70.9 x 9mm

Via | Komu

Komu Energy, uno smartphone Android octa-core con doppia batteria é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 17:53 di martedì 30 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "android-news, android-4-4-kitkat"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Tuesday, 30 Sep 2014 09:43

Google Project Ara, lo smartphone modulare

Abbiamo visto recentemente che il Project Ara di Google è in via di sviluppo - con tutti i problemi che si incontrano quando si lavora a un progetto completamente innovativo.

Sono ben due le novità che oggi sono arrivate in superficie. La prima riguarda il sistema operativo, che è stato confermato essere Android L, o almeno una sua versione modificata appositamente per Ara. L’altra riguarda l’hotswap, una delle funzioni-cardine del progetto. Sapevamo già da aprile che si sarebbe potuto cambiare le batterie senza spegnere lo smartphone, ma ora si sa per certo anche che si potrà cambiare al volo ogni singolo componente salvo la CPU (che attualmente sta venendo sviluppata da Rockchip) e il display.

Google Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulareGoogle Project Ara, lo smartphone modulare

Cambiare queste componenti sarà facile, basterà staccarle e sostituirle con un’altra compatibile. E si potrà fare anche quando si sta scrivendo un messaggio, persino telefonando - lo smartphone resterà acceso e non ci saranno interruzioni. Onestamente non so se questo riguarda anche la batteria, e mi pare strano, ma in ogni caso si tratta di un passaggio generazionale a una tecnologia molto più comoda e robusta.

Inoltre, si tratta di una potenziale miniera d’oro, tanto per Google quanto per i brand tecnologici che saliranno a bordo di Project Ara. La prima cosa che verrà messa online al momento dell’uscita in commercio dei primi smartphone assemblabili sarà ovviamente un negozio online di accessori e componenti aggiuntive, come migliori fotocamere, microfoni stereo, display aggiuntivi, schermi e-ink, sensori ambientali e chi più ne ha, più ne metta. L’approccio che oggi riconosciamo come tipico delle app, in effetti, renderebbe il mondo delle componenti degli smartphone molto più interessante. Anche più di quello che sta venendo fatto con Android One nei paesi in via di sviluppo, specie perchè la base di uno smartphone Ara non dovrebbe costare più di $50.

Via | Phoneblocks

Project Ara, Android L sarà l'OS, consentirà hotswap per quasi tutti i componenti é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 11:43 di martedì 30 settembre 2014.








Author: "Francesco Lanza" Tags: "Google"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Monday, 29 Sep 2014 16:00

Dopo una sequela di teaser pubblicate da Oppo ed alcune piccole indiscrezioni l’inedito Oppo N3 viene rivelato da alcuni render accompagnati dai dettagli tecnici. Nel futuro dell’N3 ci sono uno Snapdragon 805 ed un telaio in acciaio o lega di alluminio-litio.
Oppo N3

Oppo si appresta a presentare una new entry per la sua serie di smartphone targata “N”. Dopo l’Oppo N1, lanciato a fine 2013, e l’Oppo N1 Mini, uscito durante la primavera del 2014, si accinge a fare il suo debutto l’Oppo N3 che manterrà alcuni tratti del design dei suoi predecessori andando invece ad alzare il livello delle performance e della qualità.

Nelle ultime settimane il produttore cinese ha pubblicato più di qualche immagine di anticipazione, mantenendo fede alla sua tradizione legata ai teaser. Naturalmente i misteriosi poster rivelavano ben poco riguardo il dispositivo in questione facendo riferimento unicamente ad un avveniristico futuro degli smarphone Oppo.

Oppo N3Oppo N3Oppo N3Oppo N3Oppo N3

Fortunatamente diverse indiscrezioni hanno sopperito alla mancanza di dettagli dei teaser, rivelando diverse informazioni interessanti riguardo l’Oppo N3. Le leak più recenti, che consistono in alcune immagini render, ci mostrano addirittura quella che pare sarà la forma finale dello smartphone.

La caratteristica che risalta maggiormente è ovviamente il modulo che ospita la fotocamera, in grado di ruotare di circa 200 gradi così da consentire all’utente di scattare selfie di buona qualità. La fotocamera in questione utilizzerà un sensore da 13 megapixel con flash dual-LED. Assieme ad esso troveremo un display da 5,9 pollici con risoluzione 1080p, un chip Qualcomm Snapdragon 805 e 3GB di RAM. Secondo un ennesimo teaser, inoltre, l’Oppo N3 verrà lanciato in due varianti che si differenzieranno per i materiali della scocca: acciaio inossidabile in un caso e lega di alluminio e litio nell’altro.

Ci si aspetta che il lancio avvenga il 29 ottobre.

Via | Zaeke.com

Oppo N3, trapelano in rete alcuni render e le caratteristiche tecniche é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 18:00 di lunedì 29 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "oppo, anticipazioni"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Monday, 29 Sep 2014 15:00

Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...

Francamente non posso descrivere l’Huawei Ascend P7 come un mid-range, anche perché al giorno d’oggi vengono definiti così tanto dai brand quanto dalla stampa i telefoni da due soldi, quelli che per intendersi sono messi peggio del programma Android One nei paesi emergenti.

Pertanto, la dirò a modo mio e chiamerò l’Ascend P7 un top di gamma, per quanto non sia allo stesso livello di terminali che costano più del doppio come il Samsung Galaxy S5, ideati e pensati apposta per chi vuole il prodotto “superstar”. Huawei al momento non è ancora in vista come Samsung, ma ha giurato che avrebbe scalzato i rivali coreani dal trono, e se continua a produrre apparecchio come l’Ascend P7 non abbiamo dubbi che prima o poi il sorpasso avverà.

Per il momento il P7 non è ancora un rivale diretto per l’S5, ma è un fantastico cellulare, pratico, robusto e potente, che non ha singhiozzi e la cui interfaccia è piacevole da usare. E non serve essere dei ministeriali cinesi per apprezzarlo.

Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...Huawei Ascend P7, prova completa nelle mani di...

Primo impatto

La confezione dell’Huawei Ascend P7 è semplice e pulita, tutta bianca. Non ci sono virtuosismi o idee kitsch come il finto legno dei pacchi di un altro brand ben noto, e lo smartphone che ne esce ha linee altrettanto nette ed eleganti.

Tanto il display davanti che il retro sono ricoperti da una lastra di vetro che - ne siamo sicuri - influenza il peso piuttosto consistente. Fa particolarmente impressione questa idea del vetro dappertutto, ma se debitamente supportato (come accade nello Huawei) si tratta di un materiale robustissimo e piacevole al tatto. Piace molto anche il “mento” del device, ovverosia il bordo inferiore, che è piacevolmente curvo.

E se guardiamo la componente più importante del device, il display, allora possiamo solo fischiare in preda all’entusiasmo. Per un quantitativo di euro sorprendentemente basso ci troviamo in mano un 1080p da 445 ppi con i colori ben saturi ma non troppo, le immagini nette e angoli di visuale ottimi.

Ma come si comporta? Per saperlo, abbiamo deciso di inviarlo nel mondo reale. Questa volta non si tratta di un avvocato né di un parkourista, ma di una ragazza giovane, tecnologicamente preparata (non è certo il suo primo smartphone!) e il proprio sudato stipendio da spendere in un nuovo terminale.

Come sarà andata? Lo scoprirete presto!

Huawei Ascend P7, primo contatto con uno smartphone potente e pratico é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 17:00 di lunedì 29 settembre 2014.








Author: "Francesco Lanza" Tags: "recensioni-smartphone, huawei-ascend-p7,..."
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Monday, 29 Sep 2014 09:24

ping

Ping è un’app misteriosa e minimalista, e i suoi sviluppatori, gli stessi che hanno creato l’app/social media per le indiscrezioni pubbliche Secret, stanno correndo un grosso rischio a presentarla così come hanno fatto.

In effetti aprendo la sua pagina del Google Play Store, ci si trova semplicemente di fronte a un video di pallino che pulsa e a un paio di immagini scarne e vuote. Ma se si carica l’app sul proprio smartphone, non si trova molto di diverso. La descrizione nello shop di Android è “Guarda e scopri da solo”. Quella su iOS “Ti piacerò”. Lanciata, l’app ti fa vedere la sua sferetta pulsante e ti chiede un po’ di cose sui tuoi gusti.

  • Le categorie sono strane, strane forte.
  • Pensieri casuali
  • Film che vale la pena vedere
  • Biscotti della fortuna cinesi
  • Trend su Twitter

E così via. Una volta scelto, l’app non fa più nulla d’altro, apparentemente. Potete toccarla quanto volete, ma non avete più niente da controllare.

Sarà Ping a contattarvi
, ma non troppo spesso, con notifiche push che riguardano le vostre preferenze. Si tratta di battute, pensieri buffi, consigli su film e avvisi sul tempo atmosferico. Un fritto misto di quello che potremmo ottenere frullando assieme Siri e Reddit, insomma, ma ben impacchettato, che fa desiderare di aprire ogni singolo link spedito dall’app.

L’esperimento, dice il team di sviluppatori, riguarda anche l’intelligenza artificiale e il software pertanto si adatta ai nostri gusti, si evolve e segue i trend che preferiamo.

Insomma, l’idea è interessante, ma ci vorrà molta fortuna per farla resistere più di qualche settimana o un mese.

L'app della settimana: Ping, suggerimenti, idee e ispirazioni casuali e misteriose dai creatori di Secret é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 11:24 di lunedì 29 settembre 2014.








Author: "Francesco Lanza" Tags: "app-della-settimana, app-android"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 26 Sep 2014 18:00

samsung galaxy note 4

L’uscita di Samsung Galaxy Note 4 potrebbe essere anticipata per contrastare le vendite di iPhone 6 Plus, primo phablet di Apple, la cui uscita non ha certo fatto piacere ai coreani, visto che su Twitter non si sono risparmiati con le battute.

Si tratta ancora di una notizia non confermata ufficialmente dalla compagnia, per lo meno non per i mercati americano ed europeo, ma pare che Samsung Galaxy Note 4 e Samsung Galaxy Alpha, altro top gamma dell’azienda, non dovranno più uscire a inizio ottobre, bensì nell’ultima settimana di settembre: le parole sarebbero di un portavoce di Samsung Corea, che, però, non ha dato altri dettagli.

Approfondisci: scopri le previsioni di vendita per Samsung Galaxy S5

Ricordiamo che con Samsung Galaxy Note 4, i coreani si giocano una grande battaglia contro il primo phablet di Cupertino: perderla non sarebbe il massimo, se considerate che i phablet sono stati lanciati proprio da Samsung e che la linea Note finora ha macinato le vendite (soprattutto con Samsung Galaxy Note 2). Non sappiamo se la potenza e il prestigio del marchio Apple avranno la meglio, ma siamo convinti che per nessuna delle due compagnie sarà facile vincere sull’altra.

Intanto, Samsung si aspetta di vendere ben quindici milioni di Samsung Galaxy Note 4 nel primo mese dal rilascio: staremo a vedere se il tempo darà ragione all’una o all’altra compagnia.

Via | Android Authority

Samsung Galaxy Note 4, uscita anticipata per contrastare iPhone 6 Plus? é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 20:00 di venerdì 26 settembre 2014.


Author: "Michele Rainone" Tags: "samsung"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 26 Sep 2014 17:00

lg g3

La promozione di cui vi parliamo oggi si chiama “Senza pensieri, senza fili” e riguarda LG G3 e LG G3 S: si tratta di una trovata molto interessante, che piacerà senz’altro a coloro che hanno intenzione di acquistare uno dei nuovi smartphone dell’azienda. Vediamo subito tutti i dettagli, ricordandovi che la promozione non è illimitata nel tempo: potrete approfittarne soltanto se acquistate LG G3 o LG G3 S tra il 26 settembre e il 31 dicembre.

LG ha pensato bene di regalare la copertura KASKO con validità di sei mesi per danni accidentali e da liquido insieme a un paio di auricolari Bluetooth HBS-730: questo solo se se chi è entrato in possesso dello smartphone Android deciderà di registrarlo entro quindici giorni dalla data di acquisto sul sito www.protettierimborsati.it e seguire tutte le istruzioni che verranno date in seguito.

Approfondisci: LG G3 è resistente all’acqua? Ecco un test

LG G3 è uno smartphone molto buono, anche se ne esistono di migliori, e non parliamo soltanto di quelli cinesi, che offrono un rapporto qualità-prezzo davvero eccellente. Il fatto che sia venduto con questa promozione non può che fare onore all’azienda, e vi invitiamo seriamente a prendere in considerazione l’acquisto del telefono: in fin dei conti, c’è tempo fino alla fine dell’anno, e quindi potrete approfittare anche delle diverse offerte che praticheranno non soltanto le catene di negozi ma anche i diversi store online.

Via | Protettierimborsati.it

LG G3 e LG G3 S, parte la promozione "Senza pensieri, senza fili" é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:00 di venerdì 26 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "lg"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 26 Sep 2014 17:00

Archos amplia la propria lineup di smartphone con Android presentando due nuovi modelli per la serie Platinum. Archos 45c Platinum e 50b Platinum sono handset colorati di fascia bassa con un prezzo competitivo.

A breve distanza dal suo più recente smartphone Android a basso costo, l’Archos 50 Neon, presentato nella seconda settimana di Agosto e lanciato al prezzo di 120€, il produttore francese annuncia l’arrivo di due nuovi terminali di fascia bassa che andranno ad ingrossare le fila della serie Platinum.

Archos segue l’onda del “Black to school”, il ritorno a scuola, per lanciare i due nuovi Archos 45c Platinum e Archos 50b Platinum, introducendo dunque degli smartphone economici pensati per un utilizzo da parte dei più giovani.

I due smartphone si presentano con un look colorato ed un design tutto sommato apprezzabile. Differenziandosi per le dimensioni ed alcune delle caratteristiche tecniche, offrono entrambi la possibilità di scegliere tra le scocche di colore nero, rosa e blu incluse nel pacchetto.
Allo stesso modo tutti e due si basano sul chip MediaTek MT6582 Quad-Core a 1.3Ghz e sistema operativo Android 4.4 KitKat.

Archos 45c Platinum


Il 45c è il più piccolo tra i due terminali e, seguendo la tipica nomenclatura di Archos, sfrutta un display da 4,5 pollici con risoluzione 854×480 (FWVGA). Il suo telaio misura 133 mm x 67.5 mm x 8.9 mm, pesa 138g ed il prezzo di partenza è di 119€.

    Display: 4,5 pollici 54×480 (FWVGA)
    Sistema Operativo: Android 4.4 KitKat
    Processore: MediaTek MT6582 Quad-Core 1.3Ghz con GPU Mali 400MP2
    Memoria: 512MB di RAM
    Archiviazione: 4GB espandibili via micro-SD
    Batteria: 1700 mAh
    Fotocamera: posteriore 5MP con Autofocus e flash LED, anteriore 2MP

Archos 50b Platinum


Dal canto suo il fratello maggiore 50b Platinum si affida ad un display da 5 pollici con una risoluzione leggermente maggiore , 960 x 540 (qHD). Ovviamente aumentano anche le dimensioni, 146.8 mm x 73 mm x 8.3 mm per 160 grammi di peso e nella confezione, dal costo di 149€, è sono comprese anche una SD da 8GB ed una cover protettiva trasparente.

    Display: 5 pollici 960 x 540
    Sistema Operativo: Android 4.4 KitKat
    Processore: MediaTek MT6582 Quad-Core 1.3Ghz con GPU Mali 400MP2
    Memoria: 512MB di RAM
    Archiviazione: 4GB espandibili via micro-SD
    Batteria: 1900 mAh
    Fotocamera: posteriore 8MP con Autofocus e flash LED, anteriore 2MP

Via | Cartella Stampa

ARCHOS 45c Platinum e 50b Platinum, due nuovi colorati smartphone Android é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:00 di venerdì 26 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "android-news, nuovi-modelli, archos-prod..."
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 26 Sep 2014 16:00

Nuove indiscrezioni forniscono qualche ulteriore dettaglio sull’aspetto dell’inedito Motorola Nexus 6 conosciuto anche come Shamu. Il cospicuo phablet di Motorola compare in una foto ritratto accanto al top di gamma LG G3.

motorola-nexus-6-lg-g3

Entro breve vedremo arrivare nel mercato due nuovi dispositivi targati Nexus, un tablet ed uno smartphone che si presenteranno come alfieri della nuova release del sistema operativo di Google, Android L.

Il primo è il terminale conosciuto attraverso i vari rumors e le leaks come HTC Nexus 9 o con il nome in codice di HTC Volantis, un tablet con display da 9 pollici (8,9 per la precisione). Google ha scelto il produttore taiwanese come responsabile dello sviluppo del tablet con l’intento di continuare a diversificare la propria lista di partner e, secondo le voci, la presentazione avverrà attorno alla metà di Ottobre.

Leggi anche: HTC Nexus 9 verrà lanciato il 24 ottobre nel Regno Unito

Conosciamo già abbastanza bene anche il secondo, lo smartphone identificato come Motorola Shamu, Motorola Nexus X o Motorola Nexus 6. Tralasciando la questione del nome, attualmente uno dei dati su cui maggiormente sorgono dei dubbi, del Nexus 6 sono già trapelati diversi dettagli.

Dopo il ritratto virtuale proposto da 9to5Google nelle ultime ore, ci troviamo di fronte anche ad un’immagine reale, una fotografia scattata dal vivo che riprende la presunta scocca posteriore dello Shamu accanto a quella del ben noto LG G3.

Come già era possibile immaginare, trattandosi di un poderoso phablet con display da quasi 6 pollici, il Nexus 6 sembra piuttosto grande ed ingombrante accanto al G3 che misura 5,5 pollici e manterrà un telaio in policarbonato con una cornice metallica come nel caso del Moto X.
Tra le nuove informazioni scopriamo inoltre che il logo Motorola potrebbe nascondere un sensore per le impronte digitali.

Secondo le informazioni raccolte finora il Nexus 6 monterà un pannello da 5,92 pollici con risoluzione 1440×2560, chip Snapdragon 805 con processore da 2,7GHz, 3GB di RAM, 32GB di memoria interna, fotocamera posteriore da 13 megapixel ed anteriore da 2 megapixel.

Via | Droid-life.com

Motorola Nexus 6, alcune foto lo ritraggono accanto a LG G3 é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 18:00 di venerdì 26 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "android-news, motorola, e-ten, Google, m..."
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Friday, 26 Sep 2014 05:00

nokia lumia 925

Oggi vi parliamo di un’offerta molto conveniente: il telefono in questione è Nokia Lumia 925 ed è venduto a 189 euro da Auchan. Si tratta di un dispositivo Windows Phone di fascia media che a questo punto, però, viene venduto a un prezzo da fascia bassa. Partiamo subito dalla scheda tecnica, prima di vedere nei dettagli l’offerta:

  • Dimensioni: spessore 8.5mm;
  • Peso: 139 gr;
  • CPU: Snapdragon Dual core 1.5 GHz;
  • Memoria: 1 GB;
  • Storage interno: 16 GB;
  • Display: Schermo AMOLED WXGA (1280×768) da 4.5 pollici, vetro scolpito Gorilla 2 da 2.25 D, ClearBlack, modalità alta luminosità, leggibilità alla luce solare potenziata, touch screen super sensibile, reattivo all’uso di unghie e guanti;
  • Batteria: 2000 mAh;
  • Fotocamere: anteriore 8.7MP PureView con video 1080p, posteriore 1.2MP.

Come vedete, il telefono è perfetto per chi non pretende il massimo dal mercato smartphone, ma non si accontenta neanche del minimo.

Approfondisci: ecco perché il brand Nokia scomparirà in futuro

Vediamo i dettagli dell’offerta: dovrete recarvi presso la catena di supermercati Auchan a partire da sabato 27 settembre e chiedere una fra le mille unità di Nokia Lumia 925 vendute a 189 euro fino al 5 ottobre; dopodiché lo smartphone Windows Phone sarà vostro e potrete dire di averlo acquistato davvero a un prezzo stracciato. Qualora voleste aspettare ancora, non ci sentiamo di spingervi all’acquisto: in fin dei conti, le festività natalizie stanno arrivando e trovare sconti eccellenti non sarà affatto difficile. In ogni caso, buone spese!

Via | Ultimoprezzo.com

Nokia Lumia 925 in offerta a 189 euro presso Auchan é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 07:00 di venerdì 26 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "nokia, lofferta-del-giorno"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 17:30

smartphone top gamma

Motorola ha recentemente affrontato un argomento di grande attualità e sul quale anche qui su Mobileblog ci siamo espressi diverse volte: qual è il ciclo di vita degli smartphone top gamma? Riusciranno ancora a resistere se dovessero continuare a proporceli a 600-700 dollari? Dovessimo rispondere noi, e quindi azzardare qualche ipotesi, diremmo subito “no”: le aziende cinesi si stanno facendo notare con smartphone di un certo livello, proposti a prezzi davvero abbordabili, quindi è impossibile che Apple e Samsung, come tutti i principali competitor, continueranno a vendere smartphone e phablet a 700 euro e oltre.

Approfondisci: interrotta la produzione e la vendita di Motorola Moto X 2013

L’impressione, insomma, è che questi dispositivi non godranno più di un tale successo, non appena le aziende cinesi riusciranno a realizzare delle campagne marketing perfette, e cioè in grado di rendere il loro marchio prestigioso. Non siamo solo noi a pensarla così, fortunatamente, visto che pure Rick Osterloh, Presidente e COO di Motorola, è della stessa opinione:

“Siamo sicuramente in un settore molto competitivo. Penso che gli smartphone da 6-700 dollari abbiano i giorni contati. Le persone stanno capendo che non serve spendere troppi soldi”.

E lo stanno capendo sul serio adesso: immaginiamoci quando prodotti come Xiaomi Mi4, OnePlus One e tutti gli smartphone Meizu inizieranno a circolare liberamente anche nel mercato europeo. Certo, Motorola non è proprio colei che dovrebbe fare certi discorsi, visto che Moto X non costa poco (soprattutto se considerate a quale prezzo può arrivare se viene personalizzato), ma almeno non rientra fra i soliti noti che praticano prezzi assurdi e inconcepibili.

Via | Phone Arena

Motorola: "Gli smartphone da 600-700 dollari hanno i giorni contati" é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:30 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "motorola"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 17:00

eric schmidt

Noi tutti conosciamo Eric Schmidt e sappiamo bene che non ha certo peli sulla lingua: l’ex CEO di Google, attualmente presidente del consiglio d’amministrazione dell’azienda, ha infatti commentato l’ultimo iPhone, e le sue varianti, paragonandolo all’offerta Samsung di un anno fa. Avete letto bene: secondo Eric Schmidt, Apple sarebbe profondamente indietro rispetto alla sua acerrima rivale e quanto offre attualmente è qualcosa di visto già grazie ai coreani.

Inutile dirvi che dietro a questo intervento c’è la volontà di difendere Android e che Samsung è stata tirata in ballo solo perché si tratta dell’azienda che più ha contribuito alla diffusione del Robottino Verde. L’intervista è di Bloomberg e tutto è partito dalla seguente domanda:

“Anche se Android è più diffuso, come mai iPhone porta addirittura alla creazione di code davanti ai negozi?”

In altri termini: perché Android è più diffuso ma iPhone è più desiderato? Ci vorrebbe un’indagine piuttosto complessa per arrivare a una risposta del genere: un’indagine di carattere non solo sincronico, quindi ferma al presente, ma anche a stampo diacronico, che analizzi, cioè, la vendita di iPhone dal suo lancio, andando oltre al semplice fatto che è stato uno dei primi veri smartphone.

Approfondisci: in Cina i funzionari pubblici useranno solo smartphone Huawei

Schmidt ovviamente non poteva che rispondere con superficialità a questa domanda; anzi, se la interpretiamo in un altro modo, potrebbe anche darsi che l’abbia recepita come provocazione e si sia comportato di conseguenza. E comunque, diciamo anche questo: per quanto Samsung sia un’azienda di grande prestigio, ce ne sono molte altre di aziende che hanno fatto meglio di Apple e del suo iPhone 6.

Via | 9to5Google

Eric Schmidt: "Samsung aveva prodotti del livello di iPhone 6 l'anno scorso" é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:00 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "apple, samsung"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 16:00

Vertu si prepara a presentare un nuovo smartphone di lusso costruito con materiali premium. Il Vertu Aster ha da poco ricevuto la certificazione di FCC e TENAA ed arriverà presto sul mercato con un prezzo esorbitante.
Vertu Aster

La categoria degli smartphone di lusso costituisce un settore a parte, ovviamente separato da quello che ospita i dispositivi dedicati al mercato consumer. Tipicamente questi telefoni portano materiali di alta qualità, come pelle lavorata, oro e titanio, un cartellino del prezzo spaventoso e caratteristiche tecniche che farebbero storcere il naso a qualunque utente tipico o appassionato di elettronica.

Sebbene il divario sia comunque evidente, questa differenza di dotazioni tecniche sembra meno ciclopica di quanto non fosse in passato ed il nuovo pargolo di Vertu, una delle brand maggiormente riconosciute in questo settore, godrà di una buon comparto hardware.

Il Vertu Aster, questo il nome, resta comunque poco adatto a chi desidera uno smartphone dalle capacità elevate, e sicuramente il costo rifletterà poco le performance di questo terminale.

L’Aster ha da poco ricevuto la certificazione dell’FCC statunitense e dell’agenzia cinese TENAA, due organi dalle funzioni simili che si occupano di approvare i dispositivi dedicati alle telecomunicazioni. Il nuovo smartphone di Vertu segue il Signature Touch, presentato pochi mesi fa, e ne condividerà molte delle caratteristiche tecniche.


Leggi anche: Vertu Signature Touch, smartphone Android da 8.300 euro

Secondo i documenti il Vertu Aster sarà dotato di un display da 4,7 pollici con risoluzione 1920×1080 molto probabilmente ricoperto di uno strato in vetro di zaffiro così come il suo predecessore. All’interno si troveranno un chip Qualcomm Snapdragon 800 con CPU Krait quad-core a 2,3GHz, 2GB di RAM, 64GB di memoria interna, modulo NFC, modem LTE, fotocamere da 13 e 2 megapixel e Android 4.4.2 KitKat. Indietro rispetto ai più moderni smartphone ma tutto sommato non male visto il tipo di prodotto.

Non ci sono ancora informazioni sul prezzo ma, visto il costo iniziale di 8.000€ del Signature Touch non ci aspettiamo niente di meno, dato l’impiego di materie rare come la lega in titanio ed il vetro di zaffiro.
Vertu AsterVertu AsterVertu AsterVertu Aster

Via | Phonearena.com

Vertu Aster, il nuovo smartphone di lusso fa visita all'FCC é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 18:00 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "android-news, vertu, android-4-4-kitkat,..."
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 16:00

motorola moto x 2013

La decisione non ci sorprende, visto che Motorola Moto X 2013 avrebbe dovuto passare il testimone, prima o poi, a Motorola Moto X 2014. Non è stato annunciato nulla di ufficiale, però di fatto la disponibilità dello smartphone è ormai nulla: Motorola Moto X 2013 è infatti assente dallo store americano e al suo posto si trova proprio la versione 2014, quella presentata all’IFA di Berlino.

Ciò non vuol dire, ovviamente, che i possessori di Motorola Moto X 2013 saranno lasciati allo sbaraglio: a quanto pare, infatti, assistenza e supporto saranno comunque forniti. E non sbagliando, visto che, con le sue feature e la sua scheda tecnica, Moto X 2013 è stato un telefono che è riuscito a riportare Motorola degnamente nel mondo degli smartphone, anche se manca ancora molto affinché possa essere recuperato il gap con i competitor minori.

Approfondisci: scopri le ultime novità su Motorola Shamu

Scheda tecnica di Motorola Moto X 2013

A questo punto, non ci resta che ricordarvi la scheda tecnica di Motorola Moto X 2014, invitandovi a farci un pensierino qualora siate alla ricerca di un buono smartphone:

  • Display da 5.2 pollici con risoluzione 1920×1080 pixel;
  • Processore Quad-Core da 2.5 Ghz;
  • RAM da 2 GB;
  • Storage interno da 32 GB non espandibile;
  • Sistema operativo: Android 4.4.4 KitKat;
  • Fotocamera anteriore da 13 megapixel (registrazione video in Full HD);
  • Connettività: rete LTE 4G, Gps;
  • Batteria da 2mila 300 mAh.

Insomma, si tratta di un ottimo telefono, che tra l’altro costa solo 278 euro su Amazon: davvero un’occasione da non perdere, con buona pace di Motorola Moto X 2013.

Via | Android Authority

Motorola Moto X 2013, interrotta la produzione e la vendita é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 18:00 di giovedì 25 settembre 2014.


Author: "Michele Rainone" Tags: "general"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 14:30

Nuove indiscrezioni rivelano quelli che potrebbero essere i prezzi di partenza dei nuovi smartphone Samsung Galaxy A3, Galaxy A5 e Galaxy A7, che comporranno la Serie A fondata da Samsung con il compatto Galaxy Alpha.
samsung-galaxy-a5

Durante il corso di quest’anno, in mezzo all’oceano di dispositivi con cui Samsung è solita inondare il mercato, il produttore coreano ha introdotto una novità che prende una direzione leggermente diversa da quella canonica. Il Samsung Galaxy Alpha non è particolarmente originale ma la società di Seul ha colto l’occasione per testare l’utilizzo di nuovi materiali rendendo il proprio design meno rivolto alla plastica e maggiormente “premium”.

Il Galaxy Alpha è stato inoltre il primo di una nuova lineup di smartphone dalle dimensioni più compatte di quelli del suo top di gamma e che mantengono delle caratteristiche tecniche di fascia media. Un’indiscrezione di Sammobile ci da qualche idea su quali saranno i costi associati al Samsung Galaxy A3, Galaxy A5 e Galaxy A7.

Samsung Galaxy A3

Secondo quanto emerso dai rumors, il più umile dei tre, il terminale che risponde al nome di SM-A300 o Galaxy A3, sarà dotato di un display da 5 pollici con risoluzione qHD 540 x 960 pixels e monterà un chip Qualcomm Snapdragon 410 (con set di istruzioni a 64-bit dunque) a 1,2/1,4GHz con GPU Adreno 306, accompagnato da 1GB di RAM, 8GB di memoria interna, fotocamere da 8 e 5 megapixel e Android 4.4.4 KitKat.

Il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno ai 350-400$.

Samsung Galaxy A5

L’SM-A500 è quello di cui si conoscono più dettagli ed alcune foto ce lo hanno già mostrato in carne ed ossa. Il design è simile a quello del Galaxy Alpha sebbene non sia chiaro se il metallo farà parte di tutto il telaio o solo della cornice. In questo caso le caratteristiche tecniche comprendono un display da 5 pollici super AMOLED con qualità HD, Snapdragon 400 a 1,2GHz, fotocamere da 13 e 5 megapixel, 16GB di memoria interna e batteria da 2330mAh. Il prezzo sarà ovviamente più alto e si assesterà tra i 400-450$.

Samsung Galaxy A7

Le informazioni sul Galaxy A7 non sono complete ma sembra che si tratti del più potente dei tre a giudicare dalla nomenclatura e dal costo. In aggiunta a ciò pare che l’SM-A700 possa vedere una distribuzione limitata solo ad alcuni mercati sebbene le motivazioni per questa scelta non siano chiare.

Il Galaxy A7 dovrebbe a sua volta fare uso di un display da 5 pollici con risoluzione 1280×720 e di un chipset Qualcomm Snapdragon 400 nonché di una fotocamera da 13 megapixel. Il suo costo di partenza, secondo le informazioni, sarà di 450-500$.

Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500Samsung SM-A500

Via | Sammobile.com

Samsung Galaxy A7, Galaxy A5 e Galaxy A3, i prezzi della nuova Serie A é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 16:30 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Carlo" Tags: "samsung, anticipazioni"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 09:36

motorola-shamu-nexus-6

È da molto che si parla del prossimo smartphone della serie Nexus di Google. Alcuni dicono che si chiamerà Nexus X, ma a noi il tripudio di “X” non piace tanto, quindi speriamo proprio che Google insista con Nexus 6. Oggi grazie a 9 to 5 Google vengono alla luce alcune indiscrezioni su come dovrebbe essere fatto, e possiamo dire che il “6” è corretto - dovrebbe trattarsi di un quasi-phablet con 5.92” di display, un device grosso davvero.

Il produttore dovrebbe essere proprio quella Motorola che è stata venduta l’anno scorso a Lenovo e che non è più sotto all’ala di un Google che l’ha fondamentalmente ignorata per tutto questo tempo.

Tutti verso il phablet

A dire il vero il futuro Nexus 6 sembra una versione sovradimensionata del Moto X, uno smartphone che è particolarmente apprezzato per l’ottimo rapporto qualità/prezzo. Altri dettagli sembrano implicare che il nuovo telefono di Google avrà addirittura 3GB di RAM, un display QHD con una risoluzione QHD di 2560×1440 e una batteria da 3,200mAh. Niente selfie spettacolari, però, perché l’unità fotografica anteriore si ferma a 2MP, ma la posteriore è una 13MP capace di video 4K.

Una grande batteria e un sacco di RAM con un display super definito da 498PPI innervosiscono la concorrenza - e certamente anche l’utente che lo vorrebbe fra le mani, preoccupato per la durata dell’operatività, di solito mandata in crisi da questo tipo di specifiche. Possiamo sperare che il nuovo Android L sia sufficientemente messo a punto per quella data da coadiuvare gli sforzi della batteria per tenere acceso il Nexus 6 il più a lungo possibile.

Le immagini che vedete in cima all’articolo sono dei mock-up di 9to5 Google, quindi inventate, ma sulla base del device reale, un prototipo che Motorola ha battezzato “Shamu”. Il posizionamento dei tasti è similare a quello del Moto X, al punto da far sorgere qualche dubbio sull’effettiva identità di Shamu. E se fosse un phablet di Motorola invece del Nexus?

Magari Google vuole fare come Apple, e presentare due modelli diversi, con “pezzature” differenti. Staremo a vedere: in ottobre ci sarà quasi certamente un annuncio, e il lancio dovrebbe segure in qualche momento attorno a novembre. Una cosa è certa, nessuno vuole perdersi la stagione natalizia.

Motorola Shamu, ecco il volto del Nexus 6? é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 11:36 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Francesco Lanza" Tags: "motorola, Google"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Thursday, 25 Sep 2014 05:00

LG G2, l'evento di presentazione a Milano
LG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a MilanoLG G2, l'evento di presentazione a Milano

Abbiamo dato un’occhiata ai volantini Unieuro tramite Ultimoprezzo.com e abbiamo scoperto che LG G2 è messo in offerta a 299 euro: si tratta di un’occasione ghiotta, lo diciamo subito, visto che il top gamma in questione è sicuramente inferiore per potenza a LG G3, ma è senz’altro un telefono che potrebbe soddisfare le aspettative di un buon numero di consumatori (insomma, a 300 euro troviamo pochi altri top gamma di questo tipo, fino a prova contraria).

Vi postiamo la scheda tecnica dello smartphone per ricordarvi di cosa parliamo:

  • Processore: Quad Core Qualcomm Snapdragon 800 da 2.26 GHz;
  • Fotocamera posteriore da 13 megapixel;
  • Fotocamera anteriore da 2.1 megapixel;
  • Batteria da 3mila mAh;
  • Display 5.2 pollici (risoluzone 1920 x 1080 pixel) Full HD;
  • Sistema operativo Android 4.2.2;
  • RAM da 2 GB;
  • Storage interno da 16 GB (purtroppo non espandibile)
  • Connettività: HSPA, Wi-Fi, Bluetooth, NFC, GPS, LTE.

Approfondisci: venduti 60mila Xiaomi Redmi 1S in 5.2 secondi

Come vedete, la batteria è davvero buona; il display, altrettanto. Le uniche pecche stanno nello storage non espandibile e nella RAM: ma parliamo comunque di un top gamma del 2013 e non di quest’anno. 299 euro, cari consumatori: se siete in Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria o Valle d’Aosta, avete tempo fino al 3 ottobre per acquistare lo smartphone, e l nostro consiglio è di approfittarne.

Se non siete convinti, comunque, aspettate pure le festività natalizie, perché allora arriveranno non pochi sconti sugli smartphone lanciati recentemente. In ogni caso, buone spese!

Via | Ultimoprezzo.com

LG G2 in offerta a 299 euro presso Unieuro é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 07:00 di giovedì 25 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "lg"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Wednesday, 24 Sep 2014 18:00

huawei

La scelta del governo cinese non cambierà di certo le sorti di Huawei: si tratta comunque di un numero davvero piccolo di consumatori (i dipendenti pubblici, per l’appunto) rispetto a quelli potenziali dell’intero mercato. Ciò non vuol dire, però, che si tratti di una scelta di poco conto, né che non possa avere risvolti di altro tipo: è chiaro, per esempio, che escludendo i prodotti firmati Apple, la Cina cerca di ottenere una maggiore indipendenza dagli Stati Uniti d’America.

Funzionari pubblici e membri del governo, insomma, non potranno usare smartphone della Mela Morsicata e dei coreani, mentre l’utente medio sì: la notizia viene da China Center for International Economic Exchanges ed è dunque attendibile. Non ci meravigliamo del fatto che il governo abbia scelto Huawei come unico fornitore di smartphone, visto che l’azienda ha una certa reputazione e fortuna in Cina: il governo avrebbe firmato questo accordo esclusivo proprio perché Huawei avrebbe garantito la massima sicurezza informatica.

Approfondisci: scopri le ultime novità Huawei

Non si tratta, per di più, del primo caso in cui il governo cinese interviene a sfavore delle tecnologie degli Stati Uniti d’America: saprete senz’altro che nel mese di maggio gli enti pubblici erano stati invitati a non installare assolutamente Windows 8 sui propri dispositivi e che lo stesso invito aveva avuto come oggetto programmi del calibro di Kasperksky e Symantec: tutti, infatti, avrebbero dovuto essere sostituiti da software cinesi simili.

Non appena sapremo altro, non mancheremo di aggiornarvi.

Via | Ubergizmo

Cina, i funzionari pubblici useranno solo smartphone Huawei é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 20:00 di mercoledì 24 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "huawei"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Date: Wednesday, 24 Sep 2014 17:00

Sony Xperia Z3 Compact
Sony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 CompactSony Xperia Z3 Compact

L’offerta di cui vi parliamo oggi potrebbe interessare a più di qualcuno di voi: è possibile entrare in possesso di Sony Xperia Z3 Compact e di Sony Xperia ZE alla cifra di 529 euro. Si tratta di una promozione che viene dal sito Expansys e che difficilmente potrebbe essere replicata (anche se, insomma, mai dire mai…).

L’accoppiata è vincente per tanti motivi: anzitutto, si tratta di due smartphone piuttosto performanti, il cui acquisto congiunto potrebbe rispondere all’esigenza di avere uno smartphone da portare con sé e uno smartphone da lasciare a casa; insomma, i classici due telefoni da usare in contesti e per motivi completamente diversi tra loro, o magari da regalare, chissà.

Approfondisci: scopri tutte le ultime novità Sony

Ricordiamo che la promozione è molto chiara: se acquistate Sony Xperia Z3 Compact a 499 euro, potrete avere con 30 euro in più anche Sony Xperia ZE; è normale, dunque, che l’offerta non vi converrebbe affatto qualora voleste acquistare soltanto il primo, visto che tra poco tempo, magari in vista delle festività, potrebbe essere venduto a prezzo molto più basso in altri store.

Approfondisci: ecco BlackBerry Passport, smartphone quadrato per i businessmen

Il nostro consiglio è di farvi un giretto in tutto Expansys: magari chissà, tra un suggerimento e l’altro, potrete trovare anche qualcos’altro di maggiormente conveniente.

Via | Profilo Twitter di Expansys

Sony Xperia Z3 Compact e Sony Xperia ZE a soli 529 euro da Expansys é stato pubblicato su Mobileblog.it alle 19:00 di mercoledì 24 settembre 2014.








Author: "Michele Rainone" Tags: "sony-produttori, xperia-sony-produttori"
Comments Send by mail Print  Save  Delicious 
Next page
» You can also retrieve older items : Read
» © All content and copyrights belong to their respective authors.«
» © FeedShow - Online RSS Feeds Reader